Castello Svevo Angioino

Đánh giá Castello Svevo Angioino, Manfredonia

Thông báo từ Tripadvisor
Tạm đóng đến khi có thông báo
Viện bảo tàng chuyên ngành
Đọc thêm
Đóng cửa tạm thờiĐóng đến khi có thông báo mới
Viết đánh giá
Giới thiệu
Thời gian đề xuất
1-2 giờ
Đề xuất chỉnh sửa để cải thiện nội dung chúng tôi hiển thị.
Cải thiện hồ sơ này
Khu vực
Địa chỉ
Tốt nhất lân cận
Nhà hàng
116 trong vòng 5 km
Điểm du lịch
50 trong vòng 10 km

4.0
198 đánh giá
Xuất sắc
80
Rất tốt
72
Trung bình
31
Tồi
10
Tồi tệ
5

Gastropaar
603 đóng góp
thg 6 năm 2022
Il giudizio negativo di questa recensione non va assolutamente all'opera architettonica e al monumento storico, ma al modo in cui è gestito e curato. Impossibile ricevere informazione ad eccezione di un cartello, piccolissimo, apposto all'ingresso su cui sono segnati gli orari (molto discontinui) di visite. Ma in zona abbiamo chiesto a molte persone che ci dicevano che era chiuso. Per non parlare dei cumuli di immondizia sotto le mura e le torri (vedi foto)
Đã viết vào 25 tháng 6, 2022
Đánh giá này là ý kiến chủ quan của thành viên Tripadvisor chứ không phải của TripAdvisor LLC.

Doc Frank S
Mestre, Ý822 đóng góp
thg 4 năm 2022
Essendo per giorni a Manfredonia, ho avuto modo di poter visitare perte del Castello. Tutto molto suggestivo.
Đã viết vào 26 tháng 4, 2022
Đánh giá này là ý kiến chủ quan của thành viên Tripadvisor chứ không phải của TripAdvisor LLC.

nosip8486
Bari, Ý1.188 đóng góp
thg 2 năm 2022 • Cặp đôi
La visita guidata di circa un'ora ha un costo di 5 euro a persona e comprende sia la visita al castello che l'accesso alle sale del castello dove vi è una mostra sui ritrovamenti delle epoche passate in particolar modo le stele daune molto ma molto belle .si puo abbinare la visita al castello più la basilica di siponto a soli 6 euro.il castello è molto grande e tenuto molto bene.sicuramente consigliata la visita
Đã viết vào 22 tháng 2, 2022
Đánh giá này là ý kiến chủ quan của thành viên Tripadvisor chứ không phải của TripAdvisor LLC.

Pasquale F
Pioltello, Ý505 đóng góp
thg 12 năm 2021 • Gia đình
Il castello é molto bello ed é sede si un interessantissimo museo sulla storia di Siponto. Bellissime attrazioni anche sugli ultimi ritrovamenti di resti del neolitico. Il prezzo é accessibilissimo. Le uniche pecche sono la mancanza di una guida turistica e l'assenza di un piccolo shop. Assolutamente da vedere Le stele daunee. Ritrovamenti che ci invidia tutto il mondo, tanto da essere oggetti di traffico illecito. Un ringraziamento ai curatori e custodi che hanno fatto anche da guida, da bigliettai e ci hanno regalato anche dei gadget.
Đã viết vào 27 tháng 12, 2021
Đánh giá này là ý kiến chủ quan của thành viên Tripadvisor chứ không phải của TripAdvisor LLC.

enrico r
Biella, Ý646 đóng góp
thg 6 năm 2021
Visitato durante la visita del paese. Comoda la parte dei giardini utili quando si ha i bimbi perché possono giocare e ripararsi del sole molto caldo del giorno della visita.
Đã viết vào 21 tháng 10, 2021
Đánh giá này là ý kiến chủ quan của thành viên Tripadvisor chứ không phải của TripAdvisor LLC.

Angelo Domenico Angiulli
Castellana Grotte, Ý940 đóng góp
thg 9 năm 2021 • Gia đình
In occasione di una vacanza con la mia famiglia siamo stati a vedere il Castello Svevo di Manfredonia.
È ben tenuto e restaurato, con visita guidata, consiglio di vederlo a tutti gli appassionati di storia e non...
Đã viết vào 12 tháng 9, 2021
Đánh giá này là ý kiến chủ quan của thành viên Tripadvisor chứ không phải của TripAdvisor LLC.

Deomogan
Piglio, Lazio, Italy9.015 đóng góp
thg 7 năm 2021 • Cặp đôi
Bisogna premettere due cose, la prima che l'ingresso è gratuito, la seconda che è importante prenotarsi attraverso l'app i"o prenoto"a causa delle restrizioni per il covid.
I custodi sono molto gentili e disponibili, il castello maestoso e ospita un piccolo museo con dei preziosissimi e quasi unici reperti, tra cui il famose stele daune.
Purtroppo essendo la visita guidata aspettatevi di rimanere dentro almeno un'ora. Io sono dovuto scappare a causa di turisti maleducati che sono arrivati in ritardo e siamo stati costretti ad aspettare e poi perdevano un sacco di tempo dentro le sale.
Đã viết vào 18 tháng 7, 2021
Đánh giá này là ý kiến chủ quan của thành viên Tripadvisor chứ không phải của TripAdvisor LLC.

Antotour
Molfetta, Ý719 đóng góp
thg 7 năm 2021 • Cặp đôi
Da fuori il castello sembra un po abbandonato. Troppa sporcizia e troppi incivili che scavalcano i cancelli per giocare nel fossato. Il comune dovrebbe intervenire con più controlli. Un peccato
Đã viết vào 14 tháng 7, 2021
Đánh giá này là ý kiến chủ quan của thành viên Tripadvisor chứ không phải của TripAdvisor LLC.

Tommaso612
Rome, Ý493 đóng góp
thg 9 năm 2020
Appena giunto al potere in Italia meridionale, a spese della dinastia Svevo – Normanna, Carlo d’Angiò (fratello di Luigi IX re di Francia) cominciò a fortificare i punti strategici dei suoi nuovi domini, sia rinforzando le strutture militari già esistenti, sia costruendone di nuove. In particolare, nella cittadina di Manfredonia si trovava un abbozzo di fortificazione costruita dagli Svevi, che, su commissione di Carlo, l’architetto francese Pietro d’Angicourt (uno dei maggiori specialisti dell’epoca) trasformò in una piazzaforte difensiva di grandi dimensioni, strutturata per resistere agli attacchi dal mare e dall’entroterra. Il sito fu ulteriormente potenziato dagli Aragonesi nella metà del XV secolo, quando essi, a loro volta, spodestarono gli Angioni dal Meridione d’Italia.
Altri lavori nei secoli successivi non se ne fecero, sicché il castello di Manfredonia non si evolse e rimase una fortezza tipicamente medioevale, incapace di resistere alla devastante potenza delle bocche da fuoco che si erano nel frattempo affermate nei vari teatri bellici. Quindi nel 1620, quando i turchi di Alì Pascià attaccarono la piazzaforte con la potenza della loro artiglieria campale, il presidio cedette in breve tempo e Manfredonia, rimasta senza difesa, fu rovinosamente saccheggiata con tutte le tragiche conseguenze che la popolazione dovette sopportare. Durante il Regno Borbonico, persa ormai ogni funzione militare, la fortezza fu restaurata e trasformata una parte in caserma e l’altra in prigione (come testimoniano le iscrizioni tracciate dai detenuti sulle pareti di alcuni ambienti). Infine, agli inizi del secolo scorso, la struttura fu acquista dallo Stato, e attualmente ospita il Museo Archeologico Nazionale di Manfredonia.
All’epoca angioina la fortezza era limitata a un semplice quadrilatero, con ai vertici quattro massicce torri quadrate. A seguito dell’intervento aragonese le torri (tranne una che rimase inalterata) assunsero forma cilindrica e attorno al quadrilatero originale fu costruita una cinta muraria ad esso simmetrica, con l’aggiunta di un poderoso saliente difensivo a losanga, detto “dell’Annunziata, orientato in direzione ovest. Tutt’intorno fu scavato il tradizionale fossato, colmato d’acqua durante le emergenze, che fu interrato in epoche successive. Tale è rimasto oggi l’aspetto della fortezza, che ancora volge al mare il lato orientale ove si apre uno dei principali ingressi; mentre attorno agli altri tre lati è stato piantato un bel giardino pubblico ricco di verde e alberi d’alto fusto. All’interno è ancora ben visibile il vasto cortile una volta adibito a piazza d’armi, ma dell’arredo originale degli ambienti non è rimasto quasi nulla.
Il Museo del castello custodisce una serie di reperti archeologici provenienti dal territorio circostante, tra i quali spiccano alcuni oggetti di grande valore storico e artistico, noti come “stele daunie”: lastre funerarie antropomorfe, scolpite nella pietra e istoriate a motivi perlopiù geometrici, realizzate dall’antico popolo dei Dauni (che visse in queste zone diversi secoli prima di Cristo, per poi disperdersi in epoca romana). Erano di solito infisse nel terreno nell’intento di ricordare i defunti sepolti nelle vicinanze, che raffiguravano in maniera molto stilizzata; testimonianze culturali originalissime, delle quali non s’è trovato nulla di simile in altre parti della Penisola.
I visitatori del Museo possono anche ammirare, dal cammino di ronda e dagli spalti del castello, un bel panorama su Manfredonia e sull'omonimo golfo. Tuttavia, prima di programmare una visita, vi consiglio di attingere informazioni aggiornate sul sito internet della struttura, che altrimenti potreste trovare chiusa.
Đã viết vào 2 tháng 4, 2021
Đánh giá này là ý kiến chủ quan của thành viên Tripadvisor chứ không phải của TripAdvisor LLC.

piero c
Forli, Ý1.271 đóng góp
thg 9 năm 2020
Struttura militare edificata a protezione della città, ampliata e rifatta nel corso dei secoli dai regnanti susseguitisi svevi, angioini e aragonesi. Oggi ospita il Museo Archeologico Nazionale che raccoglie numerose stele risalenti al VI e VII secolo.
Đã viết vào 6 tháng 2, 2021
Đánh giá này là ý kiến chủ quan của thành viên Tripadvisor chứ không phải của TripAdvisor LLC.

Hiển thị kết quả 1-10 trong số 198
Có thông tin nào thiếu hoặc không chính xác không?
Đề xuất chỉnh sửa để cải thiện nội dung chúng tôi hiển thị.
Cải thiện hồ sơ này
Câu hỏi thường gặp về Castello Svevo Angioino

Các khách sạn gần Castello Svevo Angioino: Xem tất cả khách sạn gần Castello Svevo Angioino trên Tripadvisor